in:

E’ rientrata nella normalità la situazione, dopo gli allagamenti di ieri in tutta la fascia pedecollinare. L’attenzione continua però ad essere alta, anche perchè ha ripreso a piovere.

Sotto controllo la situazione nelle zone pedecollinari dove ieri, a seguito dell’esondazione di alcuni torrenti, si sono verificati allagamenti di garage e scantinati, problemi alla viabilità, e perfino il crollo parziale di un ponte. La Protezione civile ha mantenuto attivo il monitoraggio dei punti critici per tutta la notte e continuerà a vigilare fino a domani mattina. Tra i “sorvegliati speciali” la zona di Sassuolo dove il terreno imbevuto d’acqua presenta in alcuni tratti una situazione al limite, Colombarone di Magreta, dove la piena del torrente Fossa ha seriamente compromesso la stabilità di un ponte privato che dà l’accesso a un frantoio, il condominio di Spezzano che ha avuto il seminterrato invaso dall’acqua e il pub delle Salse di Nirano il cui parcheggio è stato spazzato via da una colata di fango e acqua. Anche la viabilità è ripresa regolarmente con due sole eccezioni. A Castelvetro, sulla provinciale 17, una frana ha reso necessario l’introduzione del senso unico alternato. Stesso provvedimento a Savignano, sulla provinciale 37, per un’erosione della strada. Altri punti critici sono stati individuati in montagna per la presenza di frane, vecchie e nuove. Tutto sotto controllo dunque, a patto che non riprenda a piovere forte. Cosa non improbabile visto che le previsioni indicano tempo instabile fino a martedì. L’attenzione continua dunque ad essere alta.


Riproduzione riservata © 2016 TRC