in:

“Il decreto legge del Governo Prodi per la sicurezza sul lavoro non si tocca”. Lo ha detto a Carpi, il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, partecipando ad un’iniziativa su Costituzione e diritti al lavoro.

Un minuto di silenzio per ricordare i 6 operai morti mercoledì a Mineo, nel catanese. Ma già la lista nera andrebbe allungata per ricordare i tre morti stamattina a Settimo Milanese e Termini Imerese. Da nord a sud, l’Italia è tristemente unita e la “Repubblica fondata sul lavoro”, come recita il primo articolo della Costituzione, il cui 60esimo anniversario è stato celebrato all’Auditorium San Rocco di Carpi, non è mai riuscita a trovare il modo di fermare questa piaga. Mille e più morti ogni anno, un bollettino di guerra quotidiano, come ha ricordato il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, prima di prendere parte all’iniziativa organizzata da Comune, Fondazione Cassa di Risparmio e Comitato per la memoria di Carpi. Da Epifani anche una pressante sollecitazione al Ministro Sacconi perché non siano modificate le norme contenute nell’ultimo atto del Governo Prodi, il decreto legge per la sicurezza sul lavoro: "Mi pare che non sia aria di mettere mano al decreto sicurezza approvato dal Governo Prodi – attacca Epifani – Credo che l’attuale Esecutivo lo capirà da solo e, se non lo capisce, glielo spiegheremo noi". Nel merito Epifani ha spiegato come gli incidenti sul lavoro sono dovuti a molte cause, dal non rispetto della prevenzione, ad una cultura generale di scarsa attenzione al tema e anche per colpa del continuo tentativo di contenere i costi, con appalti sempre al massimo ribasso. Ma il segretario generale della Cgil ha anche rivendicato il ruolo del sindacato, visto che la maggior parte degli infortuni avvengono in piccole imprese: "Dove non c’è il sindacato – ha detto – c’è minor produttività, minor competitività, ma soprattutto minor sicurezza". La giornata carpigiana di Guglielmo Epifani proseguirà oggi pomeriggio alle 17, al Teatro Comunale, dove il segretario generale della Cgil parteciperà ad una tavola rotonda su lavoro e responsabilità sociale con i deputati Bersani e Vignali, il presidente di Legacoop, Poletti, e il Ministro del Welfare, Sacconi. L’iniziativa, coordinata dal direttore del Tg de La7, Antonello Piroso, è stata organizzata dalla Cmb, per celebrare i 100 anni della Cooperativa Muratori Braccianti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC