in:

Partecipazione della Provincia agli incontri, drastica riduzione del parco commerciale e maggiori aree destinate ad attività manifatturiere. Dopo il confronto di martedì, le associazioni ribadiscono le richieste per raggiungere un’intesa sul recupero dell’ex Sipe.

Bilancio in chiaroscuro al termine della due giorni di incontri sull’ex Sipe, tra i sindaci di Vignola, Spilamberto e Savignano e le organizzazioni economiche, sindacali e dei consumatori. I più amareggiati sono i cittadini, rappresentanti di Legambiente e del comitato direttivo di zona dei soci di Coop Estense, che ieri non sono stati ammessi a partecipare all’incontro, in quanto – hanno detto i sindaci Adani, Lamandini e Fornari – non invitati. Malumori e fraintendimenti che però non dovrebbero modificare l’esito della riunione con le organizzazioni economiche di martedì, quando le amministrazioni comunali si sono dette disponibili ad un confronto sulle proposte dalla proprietà di modifica degli accordi del 2004. Ai tre sindaci le associazioni hanno ribadito la richiesta di una drastica riduzione del parco commerciale e di destinare maggiori aree alle attività manifatturiere.E dopo l’incontro di martedì che Cna, Confesercenti e Lapam Licom definiscono “apprezzabile anche se interlocutorio e informativo”, Legacoop chiede che al tavolo si sieda anche la Provincia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC