in:

Prove di emergenza oggi pomeriggio al Policlinico. A sorpresa, come deve essere, si è simulato l’arrivo contemporaneo di otto bambini feriti al pronto soccorso. L’iniziativa serve al personale a capire come muoversi meglio per affrontare un’eventualità così drammatica e complicata.

E se uno scuolabus uscisse di strada? O se il pullman di una gita scolastica si rovesciasse su un lato? Tranquilli, per ora è tutto finto, ma al pronto soccorso del Policlinico, competente in pediatria, hanno deciso di simulare, oggi pomeriggio, un’evenienza del genere, per vedere come si riesce ad affrontarla e anche come migliorare la risposta. Otto bambini veri, ma con ferite finte, che alla fine hanno anche ottenuto un diploma da “bravo paziente”, sono arrivati nell’ospedale e i medici dell’emergenza sono scattati. Tutti, infermieri e specialisti insieme, hanno provato ad affrontare la cosa registrando tutti i possibili aggiustamenti, perché non si è mai abbastanza preparati quando si tratta di salvare vite.


Riproduzione riservata © 2016 TRC