in:

Un bilancio in chiaroscuro quello presentato stamattina dall’Osservatorio provinciale Appalti pubblici. I volumi restano alti, ma aumenta il numero di ditte sottodimensionate

709 appalti per 148 milioni, il 20% del mercato totale dell’edilizia. Gli enti pubblici modenesi continuano ad investire, nonostante il calo rispetto ai 185 milioni del 2006, ma il bilancio presentato stamattina dall’Osservatorio provinciale Appalti pubblici ha anche qualche ombra. Questo perché, accanto alla crescita degli appalti nel capoluogo e all’aumento delle imprese locali che si aggiudicano le commesse pubbliche, cresce anche la polverizzazione delle aziende di costruzioni. Aumenta cioè il numero di ditte composte da un solo lavoratore, fattore che non giova alla solidità strutturale.Di contro, e questo è positivo, nel 2007, sono calati gli infortuni anche quelli mortali, da 3 a 2. Merito dei controlli, ma anche della costante attività di formazione svolta da Promo. Ma in fatto di contrasto all’illegalità, tutti gli enti che hanno promosso l’Osservatorio concordano sulla necessità di non abbassare la guardia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC