in:

Cineoperatori al lavoro nel cortile della Rocca di Spilamberto. Tutta la comunità è chiamata a partecipare alla realizzazione della più grande video fotografia del mondo

Racchiudere in un’unica immagine un paese intero. Realizzare una fotografia in movimento di oltre 11 mila persone di tutte le età, dai bambini ancora in fasce ai nonni centenari, cercando per ognuno di catturare almeno un’espressione. E’ la sfida ciclopica lanciata dalla regista Daria Menozzi che, per metterla in pratica, ha chiamato all’appello l’intera comunità di Spilamberto. Così da questa mattina, nel cortile della Rocca appositamente allestito come set cinematografico e fotografico, è stato tutto un susseguirsi di spilambertesi desiderosi di mettersi in posa. Prima i bambini delle scuole, dopo i quarantenni, dopo ancora gli anziani secondo un calendario stabilito in anticipo per evitare attese e sovrapposizioni. Una volta assemblate, le immagini andranno a formare una lunga galleria di volti, restituendo la fotografia corale di Spilamberto in questo preciso momento storico.


Riproduzione riservata © 2016 TRC