in:

Auto in fiamme, elicotteri che salvano feriti in zone impervie, messa in sicurezza di sostanze pericolose. Sono alcune delle attività che svolgono ordinariamente i pompieri. Questa mattina, ai loro interventi hanno potuto assistere anche i bambini, al Parco Novi Sad.

Un vero e proprio saggio dimostrativo, una simulazione di alcune delle principali tipologie di interventi che i vigili del fuoco svolgono ogni giorno, con coraggio e passione, sul territorio modenese. Sono state due ore di azione per gli spettatori, soprattutto bambini, che questa mattina hanno voluto vedere con i loro occhi cosa vuol dire essere pompieri. Come location è stato scelto il Parco Novi Sad di Modena. Lì, dalle 9 alle 11, un’auto ha preso fuoco, per essere poi spenta dai professionisti. Un’altra, dopo un incidente, è stata aperta per estrarre il ferito, incastrato nelle lamiere. Nemmeno il tempo di prendere fiato, e un mezzo con sostanze pericolose a bordo è finito in panne, con il pericolo di contaminazione per l’area circostante. Il nucleo specializzato ha mostrato le operazioni di messa in sicurezza e travaso. Poi è stata la volta del salvataggio con elicottero, con cui è stato caricato un uomo in barella: intervento frequente nelle zone appenniniche impervie. Infine, spazio ai più piccoli, con Pompieropoli. Un percorso, organizzato dall’associazione dei pensionati dei vigili del fuoco, e portato avanti durante l’anno nelle scuole, per mostrare come si sviluppa un incendio e come ci si comporta in caso di pericolo.


Riproduzione riservata © 2016 TRC