in:

Le iniziative per il ricordo delle vittime del terrorismo proseguono domani con l’inaugurazione di una mostra, allestita alla chiesa S. Paolo, che ripercorre la vicenda politica ed umana di Aldo Moro. All’istituto Venturi, invece, seduta straordinaria del consiglio provinciale.

“Una prigione di garza” delle stesse dimensioni di quella in fu tenuto segregato per 55 giorni Aldo Moro ormai 30 anni fa, con foto, video e testimonianze storiche che ripercorrono il suo impegno politico, la sua vicenda umana e che raccontano la stagione del terrorismo. E’ quanto allestito alla Chiesa S. Paolo di via Selmi dalla Provincia di Modena, con il contributo della fondazione Cassa di Risparmio, in occasione della giornata per il ricordo delle vittime del terrorismo E domani il consiglio provinciale si riunirà in una seduta straordinaria all’istituto Venturi alle 10. Subito dopo una delegazione degli studenti visiterà la mostra ed incontrerà Mario Calabresi, il giornalista di Repubblica, figlio del commissario Luigi Calabresi, ucciso nel 1972 e presenterà il suo libro “Spingendo la notte più in là” in cui racconta come vive una famiglia ferita dal terrorismo.


Riproduzione riservata © 2016 TRC