in:

Stato di agitazione per i dipendenti Atcm, dopo la sospensione delle trattative per il rinnovo del contratto integrativo. E il 9 maggio sciopero nazionale.

Duro attacco dei sindacati alla direzione aziendale dell’Atcm, dopo la sospensione delle trattative per il rinnovo del contratto integrativo scaduto nel dicembre del 2006 e che riguarda 600 dipendenti. Nell’incontro di questa mattina Cgil, Cisl e Uil di categoria, più i sindacati Faisa Cisal e Ugl, hanno deciso lo stato di agitazione. Nei prossimi giorni verranno attivate le iniziative a sostegno della vertenza, ma è già annunciata l’adesione allo sciopero nazionale di 4 ore per venerdì 9 maggio, indetto per il rinnovo del contratto nazionale di categoria. I sindacati modenesi denunciano come l’Atcm voglia mettere in discussione parti salariali già acquisite dai lavoratori e frutto dell’integrativo del 2005.


Riproduzione riservata © 2016 TRC