in:

I panificatori artigiani contro l’intesa regionale sul pane comune ad un euro al chilo. Coop Estense ribadisce l’alto valore sociale dell’iniziativa.

Solo due settimane fa la firma dell’accordo. L’assessore Pasi, ai microfoni di Trc-Telemodena, aveva confermato che di fronte alla prospettiva di partire con chi ci stava o non partire affatto, era stato deciso di far comunque decollare l’intesa per il suo significato sociale, la tutela delle fasce economicamente più deboli della popolazione. Oggi, l’associazione dei panificatori artigiani dell’Emilia Romagna, che pure era stata in precedenza contattata come anche le altre sigle della distribuzione organizzata, si dice pronta a fare ricorso all’Autorità garante della concorrenza contro l’accordo siglato tra Regione, Coop e Conad per la vendita di pagnotte da un chilo di pane comune al costo di un euro. Iniziativa che Coop Estense aveva già introdotto nei suoi punti vendita da quasi due anni nell’ambito di un più vasto pacchetto di iniziative a tutela del potere d’acquisto di soci e consumatori. come per esempio il latte fresco a 1 euro per i soci. Nel complesso sono 4 mila i prodotti su cui Coop Estense è intervenuta ritoccando i prezzi verso il basso. “I Panificatori ci accusano di praticare prezzi troppo contenuti – commenta Edy Gambetti, direttore commerciale Coop Estense -. La cosa non ci preoccupa, al contrario, ci inorgoglisce”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC