in:

In vista del 25 aprile il Comune di Modena ha deciso di procedere alla pulitura e al restauro dei cippi partigiani che versano in condizioni precarie. Individuati una cinquantina di siti bisognosi di intervento.

“Grandi significati nelle piccole cose”. Con questa filosofia il Comune di Modena ha deliberato un intervento straordinario per la ristrutturazione delle lapidi e dei cippi partigiani che si trovano sparsi sul territorio e che spesso testimoniano, con una semplice scritta o con una foto, le tragedie della guerra. A distanza di oltre 60 anni, cippi, lapidi e monumenti ai caduti cominciano però a manifestare segni del tempo e dell’usura. Per rimediare, si procederà a operazioni di pulitura, riverniciatura e, quando occorre, al ripristino delle immagini. L’importo dell’intervento è di 25 mila euro. Non a caso l’iniziativa è stata intrapresa a ridosso del 25 aprile, come hanno spiegato questa mattina a Palazzo Municipale l’assessore Guerzoni e i rappresentanti delle associazioni partigiane.


Riproduzione riservata © 2016 TRC