in:

Restano in vigore fino a lunedì 7 gennaio compreso le misure emergenziali del Piano Aria dell’Emilia Romagna.

Restano in vigore fino a lunedì 7 gennaio compreso le misure emergenziali del Piano Aria dell’Emilia Romagna. Continuano gli sforamenti delle polveri sottili e nelle province di Modena, Reggio Emilia, Ferrara, Ravenna e Rimini, dove si sono mantenuti gli sforamenti, viene confermata la manovra più estesa, quella che oltre ai limiti di circolazione per i veicoli più inquinanti, prevede anche il blocco dei diesel Euro 4 nelle aree già interessate dalla manovra ordinaria. Non solo, nel pacchetto delle misure più drastiche viene previsto anche il divieto di utilizzo di biomasse per il riscaldamento, l’obbligo di ridurre di almeno un grado la temperatura degli ambienti di vita, fatta esclusione per ospedali cliniche, case di cura e scuole, il divieto di bruciare sterpaglie e lo spandimento dei liquami. Tutte le informazioni sono disponibili sui siti dei comuni interessati – ricordiamo che la manovra si applica in tutti i comuni con più di 30mila abitanti, quindi nel modenese anche Carpi, Sassuolo, Castelfranco e Formigine. I divieti, non va dimenticato, restano in vigore anche sabato e domenica. Lunedì 7 gennaio i tecnici di Arpae eseguiranno nuovi controlli e misurazioni per decidere se confermare o sospendere le misure emergenziali.


Riproduzione riservata © 2019 TRC