in:

Il Comune di Bologna ha emanato un provvedimento provvisorio che modifica l’ordinanza antismog

Il Comune di Bologna ha emanato un provvedimento provvisorio che modifica l’ordinanza antismog dopo le decisioni assunte ieri nella sede della Regione Emilia-Romagna durante un incontro tra gli amministratori dei Comuni che rientrano nel Piano aria integrato regionale (Pair). In attesa dei prossimi atti regionali che sanciranno le decisioni assunte ieri sui diesel Euro4 e sui periodi emergenziali di allerta smog, il provvedimento emanato oggi modifica la precedente ordinanza in due punti. La prima modifica riguarda la circolazione dei diesel Euro4, che viene consentita anche nelle fasce orarie e nelle giornate in cui vige il blocco. L’ordinanza inoltre sospende temporaneamente le domeniche ecologiche in attesa dell’incontro tra i Comuni aderenti al Pair, in sede Anci regionale, previsto entro le prossime settimane, per armonizzare i provvedimenti legati alle domeniche.
Ieri il sindaco Virgilio Merola aveva commentato così il dietrofront della Regione: “L’incontro in Regione con il presidente Bonaccini e i rappresentanti di trenta comuni emiliano-romagnoli ha permesso di arrivare a una diversa e più razionale definizione dei provvedimenti antismog mantenendo una forte attenzione alla salute dei cittadini. E’ stato un confronto vero e serrato: ringrazio il Presidente che ha condiviso le preoccupazioni dei sindaci per le esigenze delle persone e della loro vita quotidiana. Sono lieto di avere contribuito con le mie proposte al raggiungimento di un accordo che consentirà la circolazione ai mezzi diesel Euro4 vincolata però a più stringenti misure emergenziali. E’ molto importante anche che sia stata accolta la mia proposta di integrare questi provvedimenti con le cosiddette domeniche ecologiche. Verrà presto convocata una riunione in sede Anci per armonizzare i provvedimenti da adottare nelle domeniche. L’aver raggiunto questo accordo oggi e l’esito della prossima riunione all’Anci porteranno quindi alla modifica della nostra ordinanza”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC