in:

Se il blocco dei diesel euro 4 ha scatenato l’ira delle associazioni di categoria, figuariamoci così succederà con le domeniche super ecologiche.

Se il blocco dei diesel euro 4 ha scatenato l’ira delle associazioni di categoria, figuariamoci così succederà con le domeniche super ecologiche. Bologna ha infatti deciso di battezzare sei giorni festivi dove solo i veicoli elettrici potranno circolare. Ma andiamo per gradi. Con l’autunno tornano le misure per la tutela e il risanamento della qualità dell’aria. Dal 1° ottobre 2018 al 31 marzo 2019 il Comune di Bologna, nell’ambito del PAIR “Piano Area Integrato Regionale 2020”, metterà in campo un complesso di provvedimenti contro l’inquinamento atmosferico e in particolare per la riduzione delle concentrazioni di PM10 nell’aria. I primi provvedimenti sono contenuti in una ordinanza del Settore Mobilità sostenibile e infrastrutture, e agiscono sulla limitazione alla circolazione di veicoli inquinanti.
Una seconda ordinanza, in via di pubblicazione da parte del Settore Ambiente, riguarderà invece i generatori di calore alimentati a biomasse. Quest’ultima ordinanza stabilisce, in particolare, che negli immobili in cui è presente un sistema alternativo di riscaldamento è vietato l’utilizzo di caminetti e di impianti a legna o pellet con prestazione inferiore a “2 stelle”; e che nei generatori di calore a pellet deve comunque essere usato pellet certificato.

“Quest’anno però l’Amministrazione ha deciso di dare un segnale più forte e diverso rispetto agli anni precedenti prevedendo 6 domeniche super ecologiche di blocco totale del traffico, ma con la possibilità di usare tutto il giorno un unico biglietto urbano del trasporto pubblico – spiegano Irene Priolo e Valentina Orioli, assessori comunali rispettivamente alle Politiche per la Mobilità e all’Ambiente – e potrà essere anche l’occasione per sperimentare i nuovi servizi di car sharing. Stiamo lavorando anche a un accordo con Mobike per una scontistica sul servizio di bike sharing. In sostanza non una scelta semplice e scontata, ma facilitata dalla possibilità di avere servizi di trasporto pubblici agevolati e servizi complementari aggiuntivi. Stiamo anche per avviare un confronto con il Laboratorio Aria per mettere in campo durante quelle giornate iniziative di sensibilizzazione. Bologna si è sempre distinta per il suo civismo e saprà farsi bandiera anche in questa battaglia per l’ambiente, che riguarda la salute di tutti e una migliore qualità della vita”.

Per quanto riguarda le limitazioni alla circolazione, dall’1 ottobre 2018 al 31 marzo 2019, in tutta la città, nella fascia oraria dalle 8.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì, non potranno circolare veicoli a motore benzina fino a euro 2, diesel fino a euro 4, Il provvedimento non si attua nelle giornate festive del 4 ottobre 2018, 1 novembre 2018, 25 e 26 dicembre 2018, 1 gennaio 2019. Previste inoltre misure emergenziali attuabili esclusivamente a seguito delle verifiche effettuate da ARPAE.


Riproduzione riservata © 2018 TRC