in:

Bosco urbano: il messaggio è lo stesso del 1972, aggiornato al 2018, far riflettere su inquinamento e sostenibilità ambientale.

Era il 1972 quando 25 artisti riuscirono a richiamare l’attenzione sulla natura deformata dall’inquinamento e dalle azioni dell’uomo, pavimentando Piazza Santo Stefano con diecimila piastrelle che riproducevano la fotografia di una zolla di terra e la copertina del 45 giri di Franco Battiato intitolato Pollution. Oggi nella stessa piazza al posto delle piastrelle è comparso un bosco urbano, una quarantina di querce che compongono la versione 2018 di Pollution ideata dall’architetto Mario Cucinella, attraverso il lavoro della sua School of Sustainability per Iris Ceramica Group, in occasione del Cersaie e della Bologna Design Week. Il messaggio è lo stesso, aggiornato al 2018, far riflettere su inquinamento e sostenibilità ambientale.
Il dibattito tra favorevoli e contrari si è aperto ancora prima dell’inaugurazione del bosco, ed è già un obiettivo centrato, come nel 72.


Riproduzione riservata © 2018 TRC