in:

Torna sotto la lente d’ingrandimento la situazione del degrado del cimitero.

A Imola, complici le piogge che fomentano la riproduzione delle zanzare, torna sotto la lente d’ingrandimento la situazione del degrado del cimitero. Una delle prime ordinanze che limitava gli accessi a determinate aree ritenute pericolanti si trova ancora, è datata 10 ottobre 2005 e porta la firma dell’allora sindaco di Imola Massimo Marchignoli. A distanza di diciotto anni sono aumentate le situazioni di criticità dell’area a ridosso di via Montecatone dove un’intera cinta muraria resta puntellata da anni non solo all’esterno ma anche all’interno con tanto di lapidi che si staccano. Come se non basasse si sono aggiunte le zanzare e il virus West Nile a comporre un quadro disperato della situazione del cimitero del Piratello di Imola.


Riproduzione riservata © 2018 TRC