in:

Temperature fino a 35 gradi, se non di più, secondo le rilevazioni Arpae: limite che fa scattare l’allerta per l’ondata di calore

Temperature fino a 35 gradi, se non di più, secondo le rilevazioni Arpae: limite che fa scattare l’allerta per una ondata di calore che potrebbe creare disagi ai bolognesi, in particolare ai residenti della provincia. La colonnina di mercurio potrebbe rimanere alta fino a lunedì. Particolare attenzione, spiega l’Azienda Usl di Bologna in una nota, per i Comuni della pianura: allertati i pronto soccorso, gli ospedali, le case di cura e le strutture di assistenza per gli anziani, i medici di base, i pediatri, gli infermieri e gli assistenti domiciliari. Per gli anziani attivo il progetta E-care che prevede telefonate settimanali, servizio a casa e attività di socialità in strutture ricreative. Come affrontare al meglio il grande caldo: l’Azienda Usl di Bologna consiglia di limitare la permanenza all’aperto tra le 11 e le 17, bere molto, evitare alcol, caffeina e bibite gassate con zuccheri e quelle ghiacciate. Usare i climatizzatori con attenzione, regolandoli con temperature di soli 6 o 7 gradi inferiori a quelle esterne, usare i ventilatori non puntati direttamente sul corpo e fare bagni o docce tiepide. Si presti, conclude il comunicato dell’Ausl, particolare attenzione alle donne in gravidanza, ai diabetici, ai bambini e, in generale, alle fasce più delicate. Attivo, per tutte le informazioni o i consigli, il numero verde 800 562 110 e quello dei servizio sanitario regionale 800 033 033.


Riproduzione riservata © 2018 TRC