in:

Psicosi da vipera al parco giochi di zona Savena a Bologna. Ma naturalmente di vipere non c’è traccia.

Psicosi da vipera al parco giochi di zona Savena a Bologna. Ma naturalmente di vipere non c’è traccia. Il caso comunque è finito in consiglio comunale, con tanto di richiesta di bonifica della zona, e l’assessore alla Sanità Giuliano Barigazzi ha risposto alle domande dei consiglieri, ricostruendo la vicenda. “La relazione ricevuta dall’Azienda ospedaliera Sant’Orsola spiega che una bimba di 9 anni è entrata sabato 14 luglio alle ore 21.13 in Pronto Soccorso Pediatrico per ‘sospetto morso di vipera al braccio destro’. La mamma riferiva che alle ore 21 circa, mentre la bimba si trovava al parco, è stata morsa verosimilmente da una vipera a livello dell’avambraccio destro. Si sono osservati due punti di inoculo distanti circa 1 cm con comparsa successivamente di dolore, edema ed eritema. La bimba non ha presentato sintomi sistemici. E’ stato contattato il centro antiveleni di Pavia che ha consigliato prelievo ematico, ECG, monitoraggio edema, reperimento del siero antivipera ed eventualmente farmaci sintomatici. La bimba è stata sottoposta a varie rivalutazioni cliniche che hanno evidenziato un quadro stazionario, solo lieve dolore nel presunto punto di inoculo, lieve edema ed eritema. E’ stato nuovamente contattato il centro antiveleni che ha consigliato la prosecuzione dell’osservazione per almeno 24 ore. Le successive rivalutazioni cliniche hanno confermato le buone condizioni cliniche generali e di idratazione. E’ stato concordato con il centro antiveleni di Pavia il proseguimento dell’osservazione fino alle 36 ore e, dopo conferma delle buone condizioni cliniche generali, è stata confermata la dimissione in data 16 luglio alle ore 16.33. Durante il ricovero non si è verificata la necessita della somministrazione del siero antivipera”.
Come si può desumere dalla relazione – ha conbcluso l’assessore – il caso è stato trattato con grande attenzione e presumibilmente il morso non è stato di una vipera. Si precisa inoltre che non sono arrivate ulteriori segnalazioni o registrati altri casi. “Al momento la situazione non richiede, quindi, interventi particolari da parte dei nostri uffici oltre alla semplice manutenzione del verde. Terremo comunque monitorata la situazione”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC