in:

Come un’attrice di lungo corso la volpe del Pettirosso ha seguito il copione alla lettera, ha fatto la sua passeggiata tra i fiori: protagonista in un film

Come un’attrice di lungo corso la volpe del Pettirosso ha seguito il copione alla lettera, ha fatto la sua passeggiata tra i fiori di campo, annusando l’aria, per poi sparire nel bosco, come previsto, già al primo ciak, con grande soddisfazione di tutto il cast. Poi, come una vera prima donna, è tornata nel suo camerino, cioè le braccia attente e amorevoli dei volontari del Pettirosso. Dopo il compianto Ermanno Olmi, che l’aveva voluta nel suo ultimo film “Torneranno i prati”, un altro regista, Paolo Fracaro, ha chiesto la presenza di questo splendido animale sul set di una nuova pellicola, ambientata sull’Altopiano di Asiago. Segreto il titolo e i dettagli, la storia narra dei ricordi di una donna di quando bambina arrivava a scoprire il mondo proprio quando infuriava la prima grande guerra. Un documento su un passato che non si può dimenticare, e che anche per questo ha reso fiero il Pettirosso della richiesta.
Così la stella del cinema del centro fauna selvatica è tornata sul set, lei, bellissima, che alla struttura di via Nonantolana ha trovato la sua casa perché è stato impossibile rimetterla in libertà.


Riproduzione riservata © 2018 TRC