in:

Migliorare la qualità dell’aria in tutto il bacino Padano è l’ambizioso obiettivo di un progetto europeo

Migliorare la qualità dell’aria in tutto il bacino Padano è l’ambizioso obiettivo di un progetto europeo, coordinato dalla Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con 17 partner regionali e locali, tra cui le Regioni di Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta e la provincia autonoma di Trento. Il progetto “Prepair” gode di un finanziamento di circa 17 milioni di euro in sette anni, di cui circa 10 milioni stanziati dall’Ue attraverso il programma “Life”, e prevede una serie di azioni coordinate tra cui la promozione delle corrette modalità di combustione della biomassa negli impianti di riscaldamento, la formazione di spazzacamini, il sostengo all’efficienza energetica nell’edilizia, e in agricoltura l’utilizzo di tecniche per l’applicazione di fertilizzanti con basse emissioni di ammoniaca. A livello urbano le amministrazioni locali sono chiamate a promuovere la mobilità sostenibile e lo sfruttamento dei veicoli elettrici. Nella seconda fase del programma è previsto anche lo sviluppo di una App per i trasporti pubblici in tutte le regioni attraversate dal Po. Per la prima volta, una banca dati raccoglierà e metterà a confronto le emissioni in tutto il bacino Padano e valuterà l’efficacia delle azioni adottate. Il nuovo sistema di valutazione sarà operativo nei primi mesi del 2019, con l’ambizione di rafforzare i risultati ottenuti fino ad ora dai singoli piani regionali per il miglioramento della qualità dell’aria. Le azioni del progetto ‘Prepair’ si estendono anche alla Slovenia con lo scopo di valutare e ridurre il trasporto di emissioni inquinanti attraverso l’Adriatico.


Riproduzione riservata © 2018 TRC