in:

Partite all’alba 7 squadre Protezione Civile Regione Emilia-Romagna verso Livorno

L’Emilia Romagna in campo per aiutare i territori colpiti dal maltempo. “Partite all’alba 7 squadre Protezione Civile Regione Emilia-Romagna verso Livorno. Vicini a sindaco Nogarin, Presidente Rossi e ai livornesi”. Lo scrive su twitter Stefano Bonaccini, presidente regione Emilia Romagna. Erano già partite colonne dei vigili del fuoco in supporto ai colleghi toscani. I volontari, in particolare, provengono dalle province di Reggio Emilia e Parma.

E dell’Emilia Romagna c’è bisogno a Livorno, che sta provando a reagire all’alluvione che l’ha colpita nella notte tra sabato e domenica. Le vititme sono sei, si stanno cercando due dispersi e nel frattempo ha preso il via l’immane opera di pulizia delle case invase dall’acqua, di svuotamento degli scantinati sepolti dal fango. Scatta l’ora della solidarietà, con l’apporto dei paesi e delle città vicine e anche l’arrivo di 130 volontari della protezione civile dalla nostra regione e dalla Liguria.

“Come accade ogni volta che c’è bisogno, l’Emilia-Romagna c’è”, afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, esprimendo la “vicinanza alle persone e alle istituzioni toscane”. “Se in Italia non ci fosse il volontariato di protezione civile sarebbe molto più complicato dare risposte alle grandi emergenze”, ha sottolineato Bonaccini. “Per questo stiamo lavorando per aggiornare e semplificare la legge che garantisce il funzionamento di tutto il sistema regionale e faremo uno sforzo ulteriore per assicurare risorse e investimenti per la prevenzione e la sicurezza del territorio”. Con l’assestamento di bilancio, a luglio è stato stanziato 800 mila euro per le attività del volontariato di protezione civile e per il funzionamento dei Centri unificati provinciali; in autunno sarà approvato un nuovo piano da 1,5 milioni di euro per il potenziamento delle strutture di protezione civile.


Riproduzione riservata © 2017 TRC