in:

Alberi caduti, rami spezzati, black out in diverse zone, treni e voli aerei rallentati: il nubifragio di ieri pomeriggio ha causato numerosi danni

Alberi caduti, rami spezzati, black out in diverse zone, treni e voli aerei rallentati: il nubifragio di ieri pomeriggio ha causato numerosi danni in città e anche in provincia, in particolare tra Molinella e Budrio dove una coppia è stata travolta da un albero caduto, ora è ricoverata in prognosi riservata all’Ospedale Maggiore di Bologna. In via Larga, invece, un albero è piombato sul cofano della vettura di una giovane che è riuscita a uscire incolume dalla vettura. Poco dopo le 18 sotto le Due Torri si è alzato un forte vento e il caldo torrido ha lasciato spazio a una violenta pioggia che ha divelto la segnaletica stradale, danneggiato pensiline degli autobus e staccato i fili della luce e allagato le strade. Le vie più colpite sono state Andrea Costa, Saragozza, Dante, Zanardi, Nanni Costa e fra Porta San Felice e Porta Sant’Isaia. Danni anche sui colli: allagato il portico di San Luca.

 

Il comune ha anche diramato una nota. <Il nubifragio che si è abbattuto nel tardo pomeriggio di ieri su Bologna ha provocato numerosi danni in particolare agli alberi e alla segnaletica stradale.
Decine sono state le telefonate al centralino della Polizia Municipale per rami che si sono riversati sulle strade e, in alcuni casi, hanno anche tranciato i fili elettrici. Dopo un primo monitoraggio realizzato oggi dai tecnici del Global Verde la situazione è questa: 50 alberi sono stati danneggiati in modo irreversibile e andranno abbattuti, su circa 2000 alberi si sono verificati distacchi di rami, 150 sono gli alberi che verranno sottoposti a verifiche di stabilità a terra e in quota. Una stima economica dei danni ammonta a circa 300 mila euro.
“Il volume impressionante di acqua e il forte vento hanno determinato danni notevoli, in particolare nel patrimonio arboreo – spiega l’assessore alla Manutenzione Riccardo Malagoli – vorrei sottolineare che ieri pomeriggio siamo intervenuti in tempi molto rapidi. Nelle situazioni che dalla segnalazione dei cittadini apparivano più pericolose la Polizia Municipale ha sempre garantito l’invio di una pattuglia. Tutto questo in una giornata non semplice visto anche il disinnesco dell’ordigno bellico avvenuto solo poche ore prima. Per questo mi sento di ringraziare la nostra Polizia Municipale, i Vigili del Fuoco e tutti coloro che hanno lavorato e che lavoreranno nei prossimi giorni”>.


Riproduzione riservata © 2017 TRC