in:

In due centraline Arpa già superato il limite annuale consentito, 35, di superamenti. Ma il tempo non cambia nei prossimi giorni.

Non saremo forse costretti, come in Cina, a chiuderci in casa o a veder sfilare le modelle con la mascherina di protezione, ma anche a Modena l’aria non sta benissimo. Da mercoledì scorso le centraline Arpa di quasi tutta la provincia hanno cominciato a registrare sforamenti di Pm10. In due casi, a Fiorano e a Modena, via Giardini, si è già superato il limite consentito di superamenti, con, rispettivamente, 44 e 37 sforamenti. Carpi è a 35, il limite massimo in un anno. E a parte tre eccezioni (le campagne di Gavello di Mirandola, il parco di Sassuolo e Modena, via Tagliati) anche negli altri punti di rilevamento manca poco a raggiungere il massimo. E dal fronte meteo nessuna buona notizia per quanto riguarda la possibilità che l’aria si ripulisca: tempo stabile è previsto anche nei prossimi giorni, con nebbia in pianura.


Riproduzione riservata © 2018 TRC