in:

Usate all’esterno delle case sono vietate dalla legge perchè coinvolgono anche gli animali selvatici. Molti i casi in cui sono incappati i volontari del centro.

I volontari del Pettirosso si sono imbattuti, in più di un’occasione, in colle per i topi dove invece finivano intrappolati animali diversi. «L’utilizzo di colle all’aperto delle abitazioni per catturare i topi è una pratica purtroppo diffusa, soprattutto in questo periodo, ma assolutamente vietata dalla legge». L’avvertimento arriva da Piero Milani, responsabile del Centro fauna selvatica: «ai volontari del Centro capita sempre più spesso di soccorrere uccelli rimasti bloccate in barre incollate posizionate all’esterno delle case, una pratica vietata proprio perché non selettiva che rischia di danneggiare le specie protette». Milani suggerisce, quindi, «se proprio si vogliono utilizzare queste colle, di posizionarle esclusivamente all’interno delle abitazioni o garage dove gli animali selvatici non entrano e magari i topi si». Il lavoro dei volontari del Centro per ripulire un piccolo pettirosso dalla colla è estremamente delicato e lungo quasi un anno. Inoltre se gli uccelli hanno ingerito la colla nel tentativo di pulirsi il piumaggio, la cura diventa ancora più difficile. In questi settimane i volontari hanno soccorso a Modena e in altre località della provincia diversi animali selvatici intrappolati nelle colle tra cui ghiri, pettirossi e civette che ora sono in cura in attesa di essere liberati.


Riproduzione riservata © 2018 TRC