in:

Operazione di mercato a sorpresa per il Sassuolo: il club neroverde sarebbe pronto a salutare Kevin Prince Boateng, destinato al Barcellona

Per i giornali catalani, l’affare è fatto. Sia il Mundo Deportivo che Sport, quotidiani specializzati nelle vicende del Barcellona, danno per chiusa la trattativa lampo col Sassuolo per l’arrivo al Camp Nou di Kevin Prince Boateng. In questa sessione invernale di mercato, il club blaugrana era in cerca di un numero 9 in grado di coprire la partenza di Munir El Haddadi, appena acquistato dal Siviglia. Un giocatore esperto, pronto, abituato alle grandi piazze e con conoscenza del calcio spagnolo: questo l’identikit tracciato dall’allenatore del Barcellona Ernesto Valverde. Profilo rispondente, punto per punto, alle caratteristiche di Kevin Prince Boateng. Non un vero centravanti come quelli sondati in precedenza dal Barça, da Alvaro Morata a Fernando Llorente, passando per Olivier Giroud e Carlos Vela, ma un elemento offensivo duttile in grado di adattarsi alla perfezione al calcio propositivo e palleggiato di Messi e compagni.
L’accelerazione alla trattativa è arrivata subito il match vinto dal Barcellona in Liga contro il Leganès: partita in cui è stato protagonista assoluto il francese Ousmane Dembelè, uscito però causa distorsione alla caviglia la cui entità reale andrà valutata nei prossimi giorni. Con Philippe Coutinho sempre più in difficoltà nell’integrarsi nei concetti di gioco di Valverde, il Barça ha scelto di puntare sull’affidabilità di Boateng: operazione di garanzia, un profilo – Larsson come hanno spiegato in Catalogna ricordando lo svedese che nel 2006 da riserva di Eto’o, Messi e Ronaldinho fu decisivo per la conquista della Champions League.
Un’operazione con la formula del prestito con riscatto fissato a 8 milioni che priva però il Sassuolo di un leader tecnico e carismatico fondamentale: impossibile per il giocatore resistere alla tentazione blaugrana, difficile per il club neroverde rimpiazzare un elemento di quel peso come dimostrato dall’ultima partita contro l’Inter. Quel colpo di testa miracolosamente respinto da Handanovic resterà l’ultimo flash dell’avventura neroverde di Boateng, chiusa con un bilancio da 15 presenze e 5 gol in gare ufficiali. Ma i numeri raccontano solo in parte il peso del ghanese nello scacchiere neroverde: rimpiazzarlo non sarà semplice.


Riproduzione riservata © 2019 TRC