in:

Iniziata a Serramazzoni l’installazione dei primi moduli prefabbricati per le scuole medie inviati dal cratere sismico

Iniziata a Serramazzoni l’installazione dei primi moduli prefabbricati per le scuole medie inviati dal cratere sismico di San Prospero.
Il piazzale sportivo della pineta di Serramazzoni è pronto per ospitare i moduli. I container sono gli stessi già utilizzati nel cratere sismico di San Prospero, “se il meteo ci assiste – ha detto il sindaco Claudio Bartolacelli – i moduli saranno pronti per la fine di gennaio. A quel punto non sarà più necessario per gli studenti fare i turni nella scuola elementare.
Proprio all’inizio dell’anno scolastico la Procura aveva sequestrato i prefabbricati scolastici perché posizionati in un’area “franosa”. L’inchiesta ha finito per coinvolgere l’attuale sindaco, che si difende spiegando di aver ereditato la situazione e di essersi adoperato per ottenere tutte le certificazioni di sicurezza e che, in tribunale, sarà una questione interpretativa.
I costi del trasloco, 240mila euro, sono sostenuti dalla Regione Emilia Romagna, che però, ricorda il sindaco, avrebbe tagliato i contributi per la costruzione della nuova scuola, che comunque è l’unica soluzione possibile nel tempo.


Riproduzione riservata © 2019 TRC