in:

“Pronti a tutto con chi vuole chiudere e andar via. La mia presenza – ha spiegato Landini -, come quella di ieri a Torino davanti alla Mecaplast, è il segno di come noi non siamo più disponibili ad accompagnare questi processi”

Dopo aver partecipato a Bazzano (Bologna) all’inaugurazione di una piazza ai caduti sul lavoro, il segretario Fiom, Maurizio Landini ha fatto tappa allo stabilimento Titan di Crespellano occupato dai lavoratori dopo che la proprietà dell’azienda ha comunicato la decisione di chiudere. “La mia presenza – ha spiegato Landini -, come quella di ieri a Torino davanti alla Mecaplast, è il segno di come noi non siamo più disponibili ad accompagnare questi processi. Quindi le imprese devono sapere che se vogliono discutere con noi per rimanere attive e riorganizzarsi, investire, siamo pronti. Se vogliono solo incontrarci per comunicare che vogliono chiudere e andare via, devono sapere che siamo pronti a tutto”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC