in:

Unanime il giudizio dei sindacati sull’azione del governo: “Bene, ma servono riforme più radicali”. I comizi in piazza.

Disoccupazione giovanile, necessità di riforme strutturali, di scelte che favoriscano la creazione di nuovi posti di lavoro, una politica che punti alla formazione e ad un più stretto legame tra scuole e imprese. Ancora una volta è la crisi che pesa su economia e occupazione il fulcro del messaggio arrivato ieri dalle piazze della nostra provincia in occasione del 1 maggio festa dei lavoratori. Un piazza quella di Modena, complice l’unica parentesi di sole di questi giorni,  meno gremita degli altri anni. Sul palco Tania Schacchetti segretaria Cgil Modena e William Ballotta, segretario Cisl, mentre Luigi Tollari leader della Uil ha parlato dalla piazza di Vignola. Unanime il giudizio sull’azione del governo: “Bene, ma servono riforme più radicali”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC