in:

Tanti reati nel giro di poche ore a Modena da parte di due marocchini di 19 e 22 anni. Denunciati

Tanti reati nel giro di poche ore a Modena da parte di due marocchini di 19 e 22 anni. I due, regolari in Italia e residenti a Modena e Reggio Emilia, sono stati denunciati.
Intorno alle 23.30 di martedì i due hanno avvicinato un transessuale di nazionalità rumena in viale Monte Kosica e lo hanno rapinato, strappandogli la borsa. Nella colluttazione uno dei due ha colpito con una testata la vittima. Minacce e percosse anche a una prostituta, anche lei rumena, giunta in soccorso del transessuale. I due si sono dileguati, dopo avere lanciato alla vittima le chiavi di casa, che aveva supplicato di riavere indietro. Il transessuale è stato medicato dal personale del 118, mentre la Volante ha cominciato la caccia ai due malviventi. La segnalazione di due uomini, ubriachi e molesti, allontanati dal locale Pachà di via Ramelli, nella zona del cinema Victoria, ha ristretto il campo delle ricerche e la polizia ha trovato i due marocchini nella zona dell’ingresso Porta Nord della stazione ferroviaria. Nella perquisizione sono stati ritrovati gli effetti personali del transessuale. I due sono stati denunciati. La sequenza nera è proseguita nel pomeriggio di mercoledì: il 22enne marocchino, accompagnato molto probabilmente dal complice 19enne della notte prima, è entrato nel negozio di una nota catena di abbigliamento, in centro storico, rubando merce per un valore pari a 201 euro. Ad ogni capo di abbigliamento i due avevano tolto la placca anti taccheggio. La guardia giurata all’uscita del negozio li ha però fermati notando i loro giacconi rigonfi. Uno dei due, il 22enne, è stato fermato e denunciato dalla Polizia, mentre l’altro ha dato una spinta alla guardia giurata ed è riuscito a scappare. La sera dell’8 gennaio altri due uomini, di 22 e 27 anni, anche loro marocchini, sono stati fermati dopo avere commesso un furto in un supermercato. Su segnalazione della guardia giurata la polizia ha effettuato una perquisizione alla fermata dell’autobus sul quale erano saliti, tra via Morane e via Casalegno. Addosso gli è stata ritrovata la refurtiva, composta da un paio di scarpe e una bottiglia di superalcolico, oltre a un cellulare di ultima generazione. Denunciati per furto e ricettazione.


Riproduzione riservata © 2019 TRC