in:

I fatti si erano verificati a Monteombraro davanti alla nuova casa di lei, dopo una lite sulla custodia del figlio della coppia durante il periodo estivo

Ha patteggiato quattro anni di carcere Alessandro Turelli, accusato di avere colpito con alcune coltellate la ex moglie Luisa Veronesi nell’agosto del 2017. I fatti si erano verificati a Monteombraro davanti alla nuova casa di lei, dopo una lite sulla custodia del figlio della coppia durante il periodo estivo. Nella colluttazione Turelli colpì la Veronesi alla giugulare con un coltello da lavoro, ferendo pure a una mano la fidanzata del figlio primogenito di lei, allora 19enne. Turelli fu fermato da un passante, Stefan Binu, che intervenne prima sulla ferita della donna e poi per impedire la fuga all’aggressore. Difeso dall’avvocato Guido Sola, Turelli ha ammesso l’aggressione pur negando di voler fare del male alla donna.


Riproduzione riservata © 2018 TRC