in:

Incidente mortale a Villanova di Modena. A perdere la vita una ungherese di 56 anni travolta da un’auto insieme ad un uomo che ora si trova ricoverato a Baggiovara.

Incidente mortale alle 19.30 a Villanova di Modena. Una donna ungherese 56 anni, residente a Novi, è stata travolta e uccisa da un’auto mentre camminava sul ciglio della strada insieme a un uomo che invece si trova ricoverato all’ospedale di Baggiovara. Secondo le prime ricostruzioni, i due pedoni sono stati investiti da una Renaul Clio condotta da un modenese di 19 anni che, complice il buio, non li ha visti. Dalla violenza dell’impatto i due sono finiti nel fossato laterale. La donna ha sbattuto violentemente la testa contro un muretto in cemento e le lesioni riportate le sono state fatali. Sul posto per i rilievi la polizia municipale.

Stavano camminando affiancati lungo il ciglio della strada a quell’ora, poco prima delle 20, completamente immersa nel buio. Improvvisamente la tragedia; un’auto che sopraggiunge alle loro spalle li travolge buttandoli nel fosso. Per la donna, Erzsebet Pinter, 56enne ungherese, non c’è stato nulla da fare, il compagno un italiano 53 anni, é ricoverato all’ospedale di Baggiovara ma è fuori pericolo. Siamo lungo strada Villanova, una carreggiata di campagna che da Ponte Alto raggiunge l’omonima frazione. La coppia sta camminando in direzione Modena. Pochi metri e avrebbero raggiunto la loro casa. Forse tornavano a piedi dal paese o forse erano semplicemente usciti per portare la spazzatura. La polizia municipale sta ancora mettendo a punto i dettagli della tragedia ma sulla dinamica ci sono pochi dubbi. Un’auto che arriva dalla stessa direzione di marcia, si accorge all’ultimo dei pedoni e sterzando bruscamente riesce ad evitarli, non è così per la Renault Clio che la segue condotta da un 19enne di Modena. Il giovane non fa in tempo ad accorgersi della coppia e la travolge. I due finiscono entrambi nel profondo fossato che costeggia la strada. La donna nella caduta batte la testa contro il rivestimento in cemento del canale, un impatto che le sarà fatale. Lui invece vien aiutato dallo stesso automobilista a risalire il fosso è cosciente, riporta ferite di media gravità e viene trasportato all’ospedale. Erzsebet Pinter aveva compiuto 56 anni da poco, era residente a Novi dove ancora abita il figlio 33enne, lei si era trasferita a Carpi da quando aveva dovuto lasciare la propria casa resa inagibile dal terremoto ma di fatto abitava con il suo compagno a pochi metri da dove ha trovato la morte. In paese dove faceva la badante se la ricordano in molti.

 


Riproduzione riservata © 2017 TRC