in:

Il box è stato rimosso questa mattina per completare l’installazione di un apparecchio digitale di ultima generazione, più potente, dotato di flash, posizionato più in alto alla quota di sei metri

E’ momentaneamente sparito l’autovelox della Tangenziale Carducci a Modena, che vigilava sul tratto fra le uscite 7 e 6 in direzione Bologna: il box è stato rimosso questa mattina per completare l’installazione di un apparecchio digitale di ultima generazione, più potente, posizionato più in alto alla quota di sei metri e con un sistema più efficiente di trasmissione dei dati. Brutte notizie dunque per gli automobilisti col vizio della velocità, perché il nuovo strumento colpirà con maggiore efficacia anche i velocisti in corsia di sorpasso che speravano di restare coperti dalla vetture sulla destra. I lavori per l’installazione del nuovo velox cominceranno già domani e verranno seguiti da un periodo di rodaggio di circa dieci giorni, nel corso dei quali le multe “elettroniche” non avranno valore ma la Municipale intensificherà i controlli sulla tratta con strumenti mobili: operazione nella quale verrà utilizzato anche il vecchio apparecchio, destinato a servire le autopattuglie per i controlli mobili di routine.

Entro il fine settimana poi prenderanno il via lavori di manutenzione delle barriere stradali incidentate lungo tratti della Nuova Estense a cura di Anas. L’Azienda ha infatti comunicato al Comune l’avvio degli interventi a partire dalla rotatoria del Grappolo verso la periferia precisando che saranno interessate in particolare le rotatorie sulla Nuova Estense in corrispondenza con via Vignolese, via Morane e strada Contrada, e i tratti delle corsie di immissione e uscita dalle stesse.
Sul territorio comunale i lavori avranno una durata di circa 15 giorni, salvo condizioni metereologiche avverse.
Il cantiere procederà su entrambi i sensi di marcia con interventi brevi e localizzati.


Riproduzione riservata © 2018 TRC