in:

Tante le iniziative a Modena, non solo Vasco Rossi

Annunciata dalla Festa della musica (il 21 e il 24 giugno dai palchi nel cuore della città arriveranno suoni e ritmi di ogni tipo), ma con inizio ufficiale dopo l’1 luglio, data del concerto di Vasco Rossi Modena Park, l’Estate modenese organizzata e promossa dal Comune con sostegno di Fondazione Cassa di risparmio di Modena e Gruppo Hera, mette in calendario iniziative fino a fine agosto per vivere il centro, i Giardini ducali e i parchi dei quartieri, oltre ai film al Supercinema Estivo.

Le iniziative in programma sono esito anche quest’anno di due bandi pubblici: con uno si invitavano le associazioni culturali a fare proposte per rassegne continuative o singole iniziative destinate ad animare spazi; con l’altro si selezionava il soggetto con il migliore progetto per i Giardini Ducali.

Le proposte presentate per il primo avviso pubblico (budget di 65mila euro) sono state 24. Delle 18 per rassegne, in 15 hanno ottenuto contributi fino a un massimo di 7.827 euro, in base al meccanismo che assegna punteggi secondo precisi criteri di valutazione: valenza sociale; fare rete; qualità; protagonismo dei giovani; sostenibilità economica e organizzazione. Si tratta delle associazioni “Tempio”, “Amici del Jazz”, “Terra e Identità”, “Cantierart”, “Salotto Culturale Aggazzotti”, “Stoff”, “Teatro dei Venti”, “Sanfra”, “Italico Splendore”, “Società dei Naturalisti e Matematici”, “Amigdala”, “L’Ape”, “La Bonissima”, Aps Articolo 41 “Loving Amendola” e Polisportiva Villa D’Oro.

Contributi, da un minimo di 500 euro a un massimo di 2.500 anche per tre proposte sulle sei presentate per eventi mirati e specifici. Sono stati assegnati a “La Piattaforma – Giardinner”, “I Burattini della Commedia” e “Artisti Drama”.

Per la programmazione dell’Estate ai Giardini, per un totale di 115 mila euro (iva inclusa) previsti come budget dal bando, tra le tre proposte presentate è stata scelta quella di Studio’s. Anche in questo caso a ciascuna proposta è stato assegnato un punteggio totale, risultante dai punteggi ottenuti per i singoli criteri di valutazione: livello qualitativo dei contenuti artistici e culturali; numero delle serate; rete dei soggetti promotori; valenza sociale. La struttura della proposta vincitrice prevede appuntamenti nei fine settimana di luglio e agosto, ed è basata su incontri con autori, seguiti alle 21 da reading, musica e spettacoli con protagonisti della scena nazionale; alla domenica mattina largo ai bambini da zero a 10 anni con animazioni e laboratori. Possono aggiungersi a quelli di sabato e domenica altri appuntamenti infrasettimanali. L’Estate ai Giardini si aprirà sabato 8 luglio con laboratori per bimbi ispirati alla mostra di Gianluigi Toccafondo alla Palazzina, mentre il 15 sarà sul palco Federico Buffa su Muhammad Ali e il 22 si ascolterà il jazz del gruppo di Roberto Gatto. Il programma dei Giardini prosegue fino al 27 agosto e comprende il 14, com’è tradizione, la serata con Beppe Zagaglia. Parte della programmazione è dedicata all’impegno civile con, tra gli altri, il teatro di Ascanio Celestini (giovedì 24 agosto) e serate dedicate a temi d’attualità.

L’Estate modenese 2017, oltre ai Giardini Ducali – che agli appuntamenti associano la mostra di Toccafondo in Palazzina -, a piazza XX settembre e piazza Roma, ha in programma iniziative nel cuore della città, nei parchi e in altri spazi urbani anche fuori dal centro storico. In via Morandi, torna EstatOff con musica live tra artisti di livello (Marina Rei, i Ministri, Dente, Brunori Sas, Cisco) e band emergenti. Poi quattro appuntamenti con i “Burattini della Commedia”. Per “Estate al Tempio” 30 serate dal 7 giugno al 30 agosto. Al Parco Ferrari, nell’area del Millybar in giugno torna il “Modena Blues Festival”. Poi, fino al 28 agosto, musica dal vivo e ballo, tra swing, boogie, rock&roll, e – novità di quest’anno – serate di “cinema sotto le stelle”. Al Parco Amendola “Loving” dal 1 giugno al 30 settembre, con il Modena Buskers Festival, proposte di animazione e spettacolo nei generi più vari e corsi di diverse discipline: teatro, pizzica, tango, yoga, country. Tra giugno e luglio “BaRocK Street Sound. Il Barocco è di strada”, serate di musica colta in centro storico, parco Amendola e parco XXII Aprile. Dal 21 al 25 giugno Modena Jazz Festival in piazza XX settembre.

Dal 14 giugno al 26 luglio appuntamenti laboratoriali, musicali e letterari dedicati alle periferie e ai progetti di rigenerazione, presso Ovestlab, in via Nicolò Biondo, a cura di Amigdala e Archivio Architetto Cesare Leonardi.

Tra giugno e agosto, programmazione integrata per Teatro dei Venti e “Fusi Orari”, negli spazi in cui operano le due realtà (via S. Giovanni Bosco e piazzale Torti). Quest’anno il centro storico offrirà due nuove iniziative che integrano itinerari gastronomici e proposte culturali: dal 12 luglio al 7 agosto “Le immagini del gusto”, intreccio tra cibo e cinema in quattro appuntamenti a cura dell’associazione SanFra; dal 1 giugno al 31 agosto spettacoli, concerti e animazione culturale delle serate dei week end in piazza Pomposa, per iniziativa dell’associazione La Bonissima e dei titolari degli esercizi della zona, tra loro coordinati.


Riproduzione riservata © 2017 TRC