in:

Modena e Bologna, la sfida continua. Ma con un obiettivo comune: promuovere la buona cucina.

Bologna tenterà il tutto per tutto per confermare per la terza volta il suo primato, mentre Modena proverà a vincere e a far scendere dal trono la dotta e grassa città capoluogo. Ritorna la disfida del tortellino tra Bologna e Modena, un duello per conquistare la medaglia d’oro nel campo della gastronomia. L’anno scorso, i rappresentanti bolognesi vinsero sia all’andata che al ritorno. Il match ha una formula consolidata e al motto di “La sfoglia tira”, le due città torneranno dunque in campo il 2 febbraio in un confronto. Intanto prima si sceglieranno gli chef con la metodologia delle primarie. Domenica 25 e lunedì 26 gennaio, nel Salone dei 600 a Palazzo Re Enzo, si svolgerà una due giorni di selezione durante la quale i cuochi aderenti all’associazione TourTlen, animatrice dell’evento assieme al Consorzio Modena a Tavola, si misureranno sulle specialità: tortellini classici, tortellini creativi, lasagne e tortelloni. Chi partecipa come pubblico degustatore alle primarie, potrebbe essere selezionato per la giuria di “esperti” che valuterà i piatti e decreterà i migliori nella finale.
La prima manche si era svolta a gennaio dello scorso anno sempre a Palazzo Re Enzo, la rivincita era poi andata in scena a Modena a Palazzo Ducale. Obiettivo comune: promuovere la buona cucina.


Riproduzione riservata © 2018 TRC