in:

E’ un vero e proprio boato quando da dietro le quinte del palcoscenico esce Gianni Morandi. L’eterno ragazzo che “gioca” a fare il cantante

Ieri sera Unipol Arena gremito per il concerto di Gianni Morandi che anche a Bologna, come in altre città d’Italia, ha registrato sold out. Oltre due ore e mezza di musica tra nuovi e vecchi brani.
E’ un vero e proprio boato quando da dietro le quinte del palcoscenico esce Gianni Morandi. L’eterno ragazzo che “gioca” a fare il cantante che ad ogni concerto trascina folle di persone che riempiono i palazzetti delle città. Non è stato meno l’Unipol Arena di Bologna.
Scende la pioggia, ma anche Occhi di ragazza, Non son degno di te, e ancora la Fisarmonica, ma anche brani dell’ultimo album Una vita che ti sogno presentata Sanremo
“La prima volta che sono salito sul palco, ha detto Gianni Morandi dopo al prima carrellata di canzoni, avevo 13 anni, forse è ora di smettere, ma non è facile e poi finché ci siete voi vado avanti”. Il cantante di Monghidoro, poi, dialoga in dialetto bolognese con una signora del pubblico chiedendole come sta e poi di nuovo a cantare per far spellare le mani al pubblico


Riproduzione riservata © 2018 TRC