in:

L’Emilia si conferma locomotiva del paese anche nella classifica del Sole24 Ore

L’Emilia si conferma locomotiva del paese anche nella classifica del Sole24 Ore delle Province che trainano la ripresa conquistando ben 3 posizioni nelle prime cinque. In base a indicatore su aree ben definite come reddito pro capite, consumi o depositi bancari in base agli ultimi tre anni; Modena e Reggio Emilia si piazzano al secondo e terzo posto alle spalle di Bergamo, mentre Bologna è quinta dietro a Verona.
Nel dettaglio la città della Ghirlandina brilla nella spesa ottenendo la miglior performance nella crescita dei consumi di beni durevoli con una spesa media a famiglia di 1064 euro e un aumento del 6,5% dal 2013 al 2016. Al secondo posto Reggio Emilia con poco più di mille euro e una variazione del 6,1.
In queste speciali olimpiadi Modena ottiene la medaglia d’argento nella ricchezza pro capite con 33.532 euro e una crescita dell’8,4%. Meglio ha fatto solo Massa Carrara con un +9,3 ma con un reddito pro capite fermo a poco più di 22.300 euro.
Brilla invece sugli immobili Bologna che si piazza al secondo posto dietro Milano nella classifica delle province che meglio hanno difeso il valore della casa. Solo una flessione del -1,4% per la città delle due torri con un valore al metro quadro di 3.600 euro. Bologna la ritroviamo anche nella classifica dei rifiuti con una crescita pro capite 6,9 e il raggiungimento del 4 posto. Tra le emiliane infine Reggio brilla nella classifica dei laureati più giovani ottenendo il primato con una variazione del 21,2%. Insomma il sistema Emilia resiste e offre un modello di ripresa a un Paese con il freno tirato.


Riproduzione riservata © 2017 TRC