in:

Carabinieri nelle sedi della regione e dell’ordine dei medici di Bologna oggi su disposizione della Procura per acquisire documenti sulla vicenda che riguarda l’assessore Sergio venturi e la sua radiazione dall’albo.

I carabinieri di Bologna su disposizione della Procura si sono recati oggi negli uffici dell’assessorato di via Aldo Moro della Regione così come in quelli dell’ordine dei medici per acquisire materiali e documenti in merito alla vicenda che ha coinvolto l’assessore regionale alla sanità Sergio Venturi, radiato dall’ordine per Bologna per aver firmato la delibera che consente agli infermieri soli di salire sulle ambulanze. Al centro degli accertamenti la decisione del presidente dell’ordine regionale dei Medici Giancarlo Pizza che intanto è stato convocato a Roma dall’ordine nazionale. La sua audizione è prevista per la prossima settimana.
Gli accertamenti, ad ampio spettro, continueranno ma non risultano al momento indagati e nessun fascicolo è stato aperto. Intanto la levata di scudi in difesa dell’assessore è compatta da parte delle direzioni sanitarie regionali e gli avvocati della Regione sono al lavoro per valutare le azioni da portare avanti dopo il mandato avuto l’altro giorno dal presidente Stefano Bonaccini: si sta decidendo su una possibile causa civile per il danno d’immagine alla Regione e al sistema sanitario regionale e in tal caso potrebbe essere richiesto un risarcimento.
L’altro filone che potrebbe essere sollevato è il conflitto di poteri davanti alla Corte costituzionale. Venturi non vuole dare giudizi sul provvedimento ma si dice fiducioso sull’operato dei giudici.


Riproduzione riservata © 2018 TRC