in:

Per animare una noiosa serata estiva reggiana un gruppetto di adolescenti ha pensato di mettersi a danneggiare la scuola primaria di Correggio: 8 denunce

Per animare una noiosa serata estiva reggiana un gruppetto di adolescenti ha pensato di mettersi a danneggiare la scuola primaria di Correggio. I carabinieri hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna, 8 minorenni reggiani di età compresa tra i 14 ed i 16 anni, chiamati a rispondere del reato di concorso in danneggiamento e imbrattamento di edifici pubblici. Secondo quanto ricostruito gli otto minori finiti nei guai, nel periodo compreso tra il mese di luglio e quello di settembre, a più riprese sono entratri all’interno del plesso scolastico lasciandosi andare a gratuiti vandalismi per danni quantificati in circa 7.000 euro. Tegole rotte e pareti imbrattate queste le conseguenze dei plurimi raid vandalici compiuti dagli 8 minori che entravano abusivamente nell’edificio scavalcando la rete di recinzione per poi divertirsi a salire sul tetto dove, oltre a mettere a rischio la loro stessa incolumità, danneggiavano la copertura. In altre circostanze imbrattavano le pareti esterne ed interne con scritte e disegni multicolori. I danni sono stati rilevati dal corpo docente che come tutti gli anni, al termine delle vacanze, è tornato nella scuola per organizzare il nuovo anno scolastico. La stessa amministrazione comunale, subito attivatasi per rendere di nuovo la scuola pulita, ha denunciato l’accaduto ai carabinieri della stazione di Correggio. I militari constato i fatti hanno subito avviato le indagini per identificare i responsabili. Le investigazioni si sono concentrate su un gruppo di minori reggiani. Nei giorni successivi le attività hanno portato all’identificazione dei presunti responsabili.


Riproduzione riservata © 2018 TRC