in:

E’ finito male l’appuntamento casalingo tra adolescenti. Ha invitato gli amichetti quindicenni a casa e loro hanno rubato soldi e preziosi

E’ finito male l’appuntamento casalingo tra adolescenti. Ha invitato gli amichetti quindicenni a casa ad ascoltare musica e giocare alla playstation. Ma i ragazzini non si sono poi dimostrati così amichevoli tanto da impossessarsi dei soldi e dei preziosi dei genitori dell’ospite entrambi fuori dall’abitazione. Per loro – due italiani e uno straniero – individuati dalla Squadra Mobile di Ravenna è scattata una denuncia alla Procura Minorile per furto aggravato in concorso. Dopo aver passato la mattinata, i ragazzini sono usciti per il pranzo e poi rincasati. Nel pomeriggio l’ospite si è accorto che gli amici stavano rovistando nella camera dei genitori e in altre stanze. Dopo avere cercato di fermarli ed essersi accorto che erano spariti 40 euro – ossia il resto di quanto speso per il pranzo – chiesti indietro invano, ha deciso di allontanare gli amici. Ai genitori, tornati dal lavoro, il giovane non avrebbe detto nulla e solo la madre, in serata, si è accorta di un ammanco di 500 euro e della sparizione di un orologio Cartier del valore di 2.500 euro. Denunciato il fatto in Questura da parte dei genitori, gli uomini della Squadra Mobile sono risaliti ai nomi dei presunti responsabili. A casa di uno dei due minori italiani i poliziotti hanno trovato il Cartier; gli altri due sono stati trovati in possesso di dosi di stupefacente per consumo personale.


Riproduzione riservata © 2018 TRC