in:

Per la partita dello scorso aprile contro il Montevarchi. Nei tafferugli rimasero feriti alcuni agenti.

Sono stati identificati i tifosi del Rimini che nell’aprile scorso, durante la gara tra Montevarchi (Arezzo) e la squadra romagnola di serie C, dettero vita a episodi di violenza scagliando sedie, bottiglie e contenitori di metallo contro la tifoseria locale e le forze dell’ordine. Nove ultrà del Rimini, identificati dagli agenti dell’anticrimine di Montevarchi in collaborazione con la questura di Rimini, per questo sono stati raggiunti da provvedimenti di Daspo (da 2 a 5 anni) e denunciati con l’accusa
di rissa, porto di armi ed oggetti atti ad offendere, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Per cinque dei 9 tifosi il Daspo, emesso dal questore di Arezzo, è accompagnato dall’obbligo di firma e convalidato dal gip su richiesta della procura: i destinatari erano già stati colpiti in passato da provvedimenti analoghi. Durante gli incidenti alcuni agenti rimasero feriti.


Riproduzione riservata © 2018 TRC