in:

Un sorpasso ad un camion eseguito in concomitanza con l’auto che lo seguiva. Questa la ragione scatenante del gratuito pestaggio

Un sorpasso ad un camion eseguito in concomitanza con l’auto che lo seguiva. Questa la ragione scatenante del gratuito pestaggio subito da un 50enne di Canossa (Reggio Emilia) conducente di un veicolo che percorreva via strada per San Polo d’Enza diretto a casa. Una controversia stradale che ha visto il 50enne finire in ospedale con una serie di traumi giudicati guaribili con una prognosi di 8 giorni. Violenze che non hanno risparmiato l’auto che conduceva rimasta danneggiata. I carabinieri, a cui il 50enne, con referto e fotografia di uno dei due aggressori alla mano, si è presentato formalizzando la denuncia, a conclusione delle indagini hanno identificato i responsabili. Si tratta di un 45enne napoletano e del padre 75enne, entrambi abitanti a Sant’Ilario d’Enza che i carabinieri di San Polo d’Enza hanno denunciato con le accuse di lesioni personali, violenza privata e danneggiamento. E’ successo la tarda mattinata del 31 maggio scorso.


Riproduzione riservata © 2018 TRC