in:

Ha abusato della figlia per tre anni, a partire da quando la ragazzina di anni ne aveva appena 13. Arrestato il padre 38enne

Ha abusato della figlia per tre anni, a partire da quando la ragazzina di anni ne aveva appena 13. Questa la pesante accusa nei confronti di un cittadino del Bangladesh di 38 anni, che è stato fermato venerdì scorso dalla squadra mobile della questura di Forlì-Cesena: il provvedimento è stato convalidato lunedì scorso. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Lucia Spirito, avrebbero permesso di appurare che l’uomo avrebbe sottoposto con cadenza quasi settimanale la figlia, oggi 16enne, a violenza sessuale. A far partire le indagini lo sfogo della ragazzina con un’amica italiana su quanto le stava accadendo da tempo nella sua casa. L’amica avrebbe poi confidato il racconto alla madre che a fronte di tanta atrocità avrebbe deciso di avvertire dello sfogo la questura. La magistratura, riscontrate le dichiarazioni rese in audizione protetta dalla minorenne, ha dato il via libera all’intervento della polizia che durante una perquisizione nell’abitazione forlivese della famiglia, ha sequestrato materiale investigativo a riscontro delle dichiarazioni dell’adolescente. Interrogato, il 38enne bangladese avrebbe ammesso le sue responsabilità, decidendo però di fuggire dall’Italia. L’uomo, che fa l’operaio, ha infatti acquistato in un’agenzia viaggi un biglietto aereo di sola andata, ma gli agenti, che seguivano le sue mosse, sono intervenuti alla vigilia della partenza, bloccandolo in casa, dove è stato trovato un trolley pronto per il viaggio. La moglie avrebbe sostenuto di non essersi mai accorta di nulla, ma è forte il sospetto degli inquirenti che la donna abbia sempre taciuto per non compromettere nella comunità bangladese il “buon nome” della famiglia. Il gip Luisa Del Bianco ha convalidato il fermo e disposto la misura cautelare in carcere del 38enne. La 16enne si trova al momento in una comunità protetta.


Riproduzione riservata © 2017 TRC