in:

Due mezzi pesanti sono rimasti coinvolti in un incidente poco dopo le 13 di oggi, a pochi metri dal punto in cui è avvenuto lo schianto di ieri

Un nuovo scontro sull’Autosole, il giorno dopo e nello stesso punto dell’incidente che è costato la vita a un camionista di 49 anni. E anche in questo caso pesantissime le conseguenze sulla viabilità ordinaria con la città paralizzata per ore, tangenziali e viabilità ordinaria a passo d’uomo. Tutto è cominciato poco dopo le 13 quando due mezzi pesanti si sono scontrati a Campogalliano, sulla corsia Nord all’altezza dello svincolo con l’A22. Un autoarticolato condotto da un 28enne ha tamponato il Tir guidato  da uno straniero di 57 anni, che era già stato segnalato poco prima da alcuni automobilisti per aver effettuato una manovra pericolosa ed immettersi in retromarcia sulla rampa dell’Autostrada del Brennero. Il camionista italiano è rimasto incastrato nella cabina di guida, ferito ma per fortuna non in pericolo. Sul posto 118, la polizia stradale, i vigili del fuoco impegnati con cesoie e divaricatori idraulici per tagliare le lamiere e liberare il camionista. Nell’impatto il carico si è riversato sulla carreggiata, sacchi e sacchi di bicarbonato di sodio. Per i soccorsi e per rimuovere mezzi e carico l’autostrada è rimasta chiusa fino alle 15.40 quando è stata riaperta la terza corsia di marcia; mezz’ora dopo è stata riaperta la seconda corsia. Pesantissime le ripercussioni sulla viabilità cittadina. Il casello di Modena Nord è rimasto temporaneamente chiuso e il traffico è stato deviato sulle altre arterie stradali. E intanto è risultato negativo all’alcoltest l’uomo che ha provocato l’incidente in autostrada di mercoledì. All’origine ci potrebbe essere un colpo di sonno. L’uomo con il suo tir ha urtato la cuspide in uscita al casello di Modena nord, ha provato a controsterzare ma ha rotto il new jersey che ha fatto da trampolino di lancio nella corsia opposta.

img-20170420-wa0003


Riproduzione riservata © 2017 TRC