in:

Tre amiche bolognesi sono state cacciate dalla mostra Real Bodies in corso a Milano perchè si facevano dei selfie mimando atti sessuali.

Rischiano una denuncia per atti osceni in luogo pubblico, vilipendio verso i cadaveri e violazione del copyright tre amiche bolognesi, poco più che ventenni sorprese, martedì pomeriggio da una guida interna alla mostra “Real Bodies, scopri il corpo umano”, in corso a Milano, a farsi fotografie e a fare selfie in pose provocatorie. Le ragazze, racconta la guida, mimavano gesti erotici inequivocabili, arrivando persino a toccare i genitali di uno degli atleti plastinati in mostra. La guida ha avvisato la security che, una volta ricostruito l’accaduto, le ha accompagnate nella hall per accertamenti. Le ragazze hanno poi acconsentito a cancellare le fotografie e sono state fatte uscire dalla mostra. Se pubblicheranno le foto verranno denunciate. La produzione sta comunque valutando altri provvedimenti. “Non abbiamo spostato nulla, solo qualche foto e una palpatina qua e là”, hanno commentato le inopportune visitatrici.


Riproduzione riservata © 2018 TRC