in:

Sospesa l’attività di una ditta tessile di Campagnola, nella Bassa reggiana, con oltre il 40% della forza lavoro impiegata in nero. in arrivo anche maximulta da 16 mila euro

Maximulta di oltre 16.000 euro e sospensione dell’attività per una ditta tessile di Campagnola, nella Bassa reggiana, gestita da un’imprenditrice cinese, che impiegava in nero oltre il 40% della forza lavoro impiegata. E’ il frutto di un blitz congiunto dei carabinieri e dell’Ispettorato del Lavoro di Reggio. Su sette operai, tre non avevano contratto. Condizioni di lavoro e situazione igienico sanitaria in questo caso rispettavano invece standard e norme di legge.


Riproduzione riservata © 2019 TRC