in:

Anche a Bologna sono diversi gli appuntamenti organizzati in occasione della Giornata del Ricordo, domenica 10 febbraio

Anche a Bologna sono diversi gli appuntamenti organizzati in occasione della Giornata del Ricordo, domenica 10 febbraio, per commemorare le vittime delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata. Quest’anno il Comune, insieme all’amministrazione di San Lazzaro di Savena, ha sostenuto la pubblicazione di una antologia che raccoglie scritti di autori italiani di Istria, Fiume e Dalmazia dal Novecento al nuovo millennio. E’ il presidente del comitato provinciale dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia a presentare, insieme al vicepresidente del Consiglio comunale Marco Piazza, il Giorno del Ricordo, il 10 febbraio, in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale. Nel chiedere all’amministrazione una sede in città dove istituire anche un museo dell’associazione, Segnan ha ricordato i diversi appuntamenti. Tra questi, verranno consegnate borse di studio ad alcuni studenti, lunedì 11 Consiglio comunale solenne. Con il Contributo congiunto dei Comuni di Bologna e di San Lazzaro, è stata redatta una antologia dal titolo ‘Dove andare, dove tornare’.

Domenica 10 febbraio si terranno le cerimonie nei luoghi della memoria presenti in città. Saranno deposte corone di alloro: alle 10 sul primo binario della Stazione centrale, alla lapide che ricorda “il rifiuto della sosta dei treni di Esuli” e alle 11 alla rotonda dedicata ai Martiri delle foibe di via Cristoforo Colombo. Sarà presente il consigliere comunale Claudio Mazzanti.
Alle 16.15, la cerimonia ufficiale al giardino dedicato ai “Martiri dell’Istria, Venezia Giulia e Dalmazia” di via Don Sturzo 42 e, successivamente, al teatro San Gioacchino a cui partecipa l’assessore Marco Lombardo. A tutte le cerimonie sarà presente il Civico Gonfalone.


Riproduzione riservata © 2019 TRC