in:

Online sul sito della Regione le istruzioni di voto per le politiche del 4 marzo che coinvolgeranno tre milioni e mezzo di emiliano-romagnoli

Uno virgola otto milioni di donne e uno virgola sette milioni di uomini hanno diritto di recarsi ai seggi emiliano-romagnoli, il prossimo 4 marzo, per contribuire a formare il nuovo Parlamento. Sono online da questa mattina sul sito della Regione le istruzioni di voto per le politiche 2018. Il voto è semplice: le modalità sono identiche per Camera e Senato e sono riportate anche sul retro delle schede elettorali, identiche peraltro; inoltre, non è previsto il voto disgiunto – in altre parole non si può votare un partito e al tempo stesso il candidato di un altro. Quindi se ad esempio l’elettore traccia un segno sul nome del candidato del collegio uninominale e un segno su un contrassegno di una lista a lui non collegata, il voto è nullo. Sulla scheda infatti si possono tracciare al massimo due segni: il candidato all’uninominale si vota segnando il rettangolo in alto contenente il nome e cognome; mentre al plurinominale si vota solo il rettangolo contenente il contrassegno della lista prescelta con accanto i nomi dei candidati. Non si scrive fisicamente il nome di alcun candidato, poiché i listini al plurinominale sono bloccati e i candidati accedono al Parlamento in ordine gerarchico in base a quanti voti prende il loro partito.
Sul sito della Regione sono pure disponibili un video esplicativo, di cui vi abbiamo proposto un estratto, e i grafici che riassumono le quattro ripartizioni geografiche dei seggi uni e plurinominali di Camera e Senato, come pure i seggi spettanti per ogni collegio. In totale eleggeremo 45 deputati di cui 17 dai collegi uninominali, e 22 senatori di cui 8 uninominali.

 

https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=959qzTvLpoU

Modena è coinvolta in due collegi uninominali al Senato: il numero 6 per la Bassa, il 5 per il resto della provincia; il plurinominale del Senato è il collegio numero 2. Il collegio plurinominale della Camera è il 2, che include Modena e Ferrara; all’uninominale della Camera il Collegio di Sassuolo va dall’Appennino a Castelfranco Emilia, quello di Modena città Soliera e Carpi è condiviso con Reggio, e quello della Bassa da Nonantola in su è in coabitazione con la bassa Ferrarese, ossia Cento e dintorni.
Si vota solo domenica 4 marzo, dalle 7.00 alle 23.00. Buon voto a tutti.


Riproduzione riservata © 2018 TRC