in:

Giovedì brusco calo delle temperature e fine delle nebbie, ma per la pioggia bisognerà attendere ancora

Clima ancora mite con nebbie e smog e assenza di precipitazioni, poi giovedì la svolta con un brusco calo delle temperature. Ma per le piogge bisognerà aspettare fino a dopo Capodanno. Sono queste le previsioni del Centro Epson Meteo, secondo cui “Oggi e domani l’alta pressione
occuperà ancora l’Italia, tenendo così lontane sia le piovose correnti atlantiche che le gelide correnti polari. Ci attendono, quindi ancora un paio di giornate caratterizzate dall’assenza di piogge o nevicate, temperature molto miti tranne nelle zone nebbiose, molte nebbie nelle ore più fredde ed emergenza smog in quasi tutte le principali città e aree industrializzate”. Tra mercoledì 30 e giovedì 31 dicembre, prevedono i meteorologi, “sull’Italia faranno irruzione delle correnti fredde e asciutte provenienti da est, capaci di portare un deciso abbassamento delle temperature in quasi tutto il Paese (sull’Europa orientale, compresa la Penisola Balcanica, sarà vero e proprio gelo), con il freddo accentuato dai venti nord-orientali”. Nei primi giorni del 2016, con l’alta pressione oramai in
ritirata, lo scenario più probabile, secondo i meteorologi, “anche se con indice di affidabilità ancora medio-basso”, è quello che vede il ritorno sull’Italia di umide correnti atlantiche capaci di riportare la pioggia su molte regioni e la neve in montagna, sia sulle Alpi che sull’Appennino.


Riproduzione riservata © 2018 TRC