in:

Ci potrebbe essere presto una svolta per l’ex Breda Menarini Bus

Ci potrebbe essere presto una svolta per l’ex Breda Menarini Bus. Novembre doveva essere il mese della ripartenza. Sedici mezzi da costruire, altri 32 nei due mesi successivi. Ma non è andata così. E in Breda, a quasi tre anni dalla nascita di Industria italiana autobus, la produzione resta ferma. Con prospettive che diventano sempre più tetre. Un paradosso, per un gruppo che ha commesse per circa 400 autobus, anche di Tper. Ma nessuno di questi viene prodotto nello stabilimento di via San Donato, sono 150 i lavoratori in cassa integrazione a Bologna, il doppio in Irpinia, in enrtrambi gli stabilimenti solo una manciata di questi lavora, a rotazione, gli altri sono tutti in cassa integrazione. Ma come detto c’è uno spiraglio, annunciato oggi dalla vice ministro dello sviluppo economico Teresa Bellanova, un tavolo per trattare la ripresa.
Da fonti in regione si apprende che il tavolo per la concertazione è stato convocato il 28 novembre. Il viceministro, di fatto, conferma l’indiscrezione


Riproduzione riservata © 2018 TRC