in:

Dopo la condanna a due mesi per oltraggio a pubblico ufficiale, arriva anche la richiesta di danni per il leader del comitato di residenti di via Petroni, Giuseppe Sisti

Dopo la condanna a due mesi per oltraggio a pubblico ufficiale, arriva anche la richiesta di danni per il leader del comitato di residenti di via Petroni, Giuseppe Sisti. Lo annuncia lui stesso questa mattina, a margine della conferenza stampa convocata dal neo assessore alla Cultura, Matteo Lepore, in piazza Verdi per presentare il nuovo programma culturale legato al progetto Rock in zona universitaria.
Il fatto risale all’autunno 2012 quando Sisti, esasperato da un’altra notte di schiamazzi e dall’essersi visto impedito l’ingresso a casa, chiamò la Polizia municipale. Volarono parole grosse e Sisti fu denunciato per minacce (accusa caduta) e oltraggio, mentre la moglie è stata denunciata e poi condannata per resistenza a pubblico ufficiale. Ora, la vigilessa al centro dell’alterco con Sisti, Emanuela Zanni, ha fatto recapitare, tramite il suo avvocato, la richiesta di danni morali perchè si è sentita “lesa nei propri diritti”


Riproduzione riservata © 2018 TRC